Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Comacchio, Emilia-Romagna

Sagra dell’Anguilla

L’anguilla a becco d’asino

Archivio 2003

Data di pubblicazione: 17 September 2003

La sagra dell’anguilla di Comacchio (4-12 ottobre) è una buona occasione per visitare
la «piccola Venezia» e insieme per riscoprire piatti della cucina tradizionale e fare escursioni nel
Parco del Delta del Po.

A Comacchio e dintorni l’espressione «a bèc d’asen» (a becco d’asino) si usava, e si usa anocora oggi, per indicare qualcosa di
preparato alla svelta, con quello che si ha a disposizoine.

L’anguilla a bèc d’asen è uno dei piatti della cucina «povera» oggi più apprezzati.
È una delle 16 ricette tradizionali che si potranno
assaggiare alla sagra dell’anguilla nei due fine settimana del 4-5 e 11-12
ottobre 2003, l’inizio della stagione migliore per l’anguilla, che prosegue fino a marzo.

Nelle serate di sabato 4 e 11 ottobre e nelle giornate di domenica 5 e 12, nel
cortile di Palazzo Bellini i volontari della città lagunare emiliana
prepareranno anguilla ai ferri, marinata e a béc d’asan (o in brodetto con
polenta) a prezzi contenuti. E non mancheranno altri piatti tipici come il fritto
misto di pesce di Valle e i dolcetti di Comacchio.

Nella Pescheria seicentesca, di fronte a Trepponti, sarà possibile acquistare
anguille e per tutto il periodo della Sagra (4-12 ottobre) i ristoranti di Comacchio e dintorni
proporranno menù a prezzi speciali.

A contorno della sagra, nelle sale di Palazzo Bellini si terranno mostre di pittura e di fotografia
sulle Valli (informazioni: ufficio del turismo 0533 310147) mentre le rive dei
canali nel centro della cittdina ospiteranno la mostra
mercato per hobbisti, antiquari e artigiani Collezionando sull’acqua oltre a dimostrazioni di lavori tradizionali e altri intrattenimenti.(S.P.)