Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Città del Capo, Sud Africa

Paesaggi, architetture coloniali, giardini e vigneti

Fra due oceani

Fra due oceani
Nata come stazione di rifornimento sulle rotte per le Indie, offre paesaggi urbani fra i più spettacolari del mondo. E i dintorni non sono da meno, come scoprirete seguendoci nei due itinerari che vi proponiamo

di Stefano Riva

 

Città del Capo è decisamente un posto che confonde le idee. Già ci sarebbe la faccenda che qui nell’emisfero australe il sole gira verso nord invece che verso sud. Poi, non appena uno si è abituato a questa idea, arriva la baia a rimescolare di nuovo tutte le carte. Perché, sapendo che siamo più o meno sulla punta estrema dell’Africa, sembra ovvio pensare che mettendosi in mare e navigando con la città sempre alle spalle, uno finirebbe per arrivare al polo Sud. E invece no: arriverebbe dritto dritto in Europa, perché la città che prende il nome da quel Capo per antonomasia che per i marinai dei secoli passati significava la salvezza dai tormenti dell’oceano Atlantico e la speranza di arrivare sani e salvi alla loro destinazione nelle Indie, guarda in realtà verso nord, mentre a sud è sovrastata dalla mole imponente della Table mountain che, insieme agli altri picchi circostanti, la isola dal resto del paese. Piccolo paradosso geografico che racchiude buona parte dello spirito della «città madre» da cui è nato il Sud Africa, che però dal resto del Sud Africa è sempre restata un po’ a parte.

Città madre per i sudafricani di terraferma, che da qui partivano alla ricerca di nuove terre da coltivare, città taverna per i marinai che la avvistavano finalmente dopo la lunga navigazione nelle acque tempestose e scure dell'Atlantico. E tale era la gioia di arrivare in un porto dove riposarsi e rifocillarsi prima di passare nel ben più placido, caldo e luminoso oceano Indiano, che per lunga usanza, su tutti i velieri il primo marinaio che avvistava sopra l'orizzonte la sagoma inconfondibile della Table Mountain aveva in premio una moneta d'oro e una bottiglia di vino.



Vedi anche:

Guida Sud Africa

Ultimi articoli pubblicati: