Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Roma, Lazio

La Corte di Dresda 1580-1620

Fasto principesco

di Manuela Malaguti

Archivio 2005

Data di pubblicazione: 21 February 2005

Dal 2 marzo al 25 aprile, Palazzo Ruspoli ospita i preziosi tesori collezionati dai Principi Elettori di Sassonia nella corte di Dresda attorno al 1600. In mostra più di 200 oggetti: pezzi unici in oro e argento abbelliti con pietre preziose, materiali esotici, avori intarsiati, mobili in ebano, orologi, automi e strumenti decorati. Tutte testimonianze preziose, curiose, erudite dello sfarzo di quella corte tedesca, tra 1580 e 1620, al passaggio dal Rinascimento al Barocco. La mostra include inoltre armi e armature preziose, dipinti e sculture tra cui alcuni bronzi del Giambologna.

Molti degli oggetti più curiosi in mostra provengono dalla "stanza delle meraviglie", dove, in misteriosi scaffali, cassetti, credenze, il principe elettore Augusto di Sassonia collezionava gli oggetti che più lo affascinavano. In queste "stanze" finivano all'epoca rarità di ogni tipo e giochi di fantasia che esprimevano anche il potere economico del loro possessore in quanto costavano veri patrimoni. Ci si rovinava per una pelle di armadillo, per una salamandra imbalsamata, per insetti imprigionati nell'ambra, denti e unghie di animali feroci, lumachine di mare, conchiglie dei mari del sud, uova di struzzo, pesci fossili, noci di cocco, meraviglie della natura mai viste che venivano montate nei modi più fantasiosi come calici, o in forme zoomorfe o antropomorfe.

MercurioSono esposti anche molti pezzi in avorio, opera di raffinati artisti, artigiani, tornitori convocati a Dresda da ogni parte d'Europa. E coppe e vasi incredibilmente sottili di cristallo di rocca decorati dagli incisori. Ci sono poi le armi e le corazze da parata cesellate in modo squisito, fra cui una piccola corazza per infante, presumibilmente appartenenuta a Cristiano I quando aveva otto anni. E ancora i doni inviati attraverso i diplomatici dai sovrani amici: antichi cammei, monete, pietre dure, bronzi, armi. Nel 1587, il granduca di Toscana offrì in dono alcune statuette, opera del suo scultore di corte, il Giambologna, visibili in mostra insieme al busto di bronzo di Cristiano II opera di Adriaen de Vries, dono dell'Imperatore Rodolfo II.

Fasto principesco. La Corte di Dresda 1580-1620
Roma
Fondazione Memmo - Palazzo Ruspoli, via del Corso 418
Dal 2 marzo al 25 aprile 2005.
Orario: tutti i giorni, compresi 28/03 e 25/04, dalle 9:30 alle 19:30.
Ingresso: intero € 6,00; ridotto € 4,00 (ragazzi da 6 a 18 anni / adulti oltre 65 anni / studenti universitari max 26 anni).
www.palazzoruspoli.it