Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Milano, Lombardia

Torna la commedia di Garinei & Giovannini

Se il tempo fosse un gambero

di Mariateresa Truncellito

Archivio 2005

Data di pubblicazione: 12 March 2005

Roberta Lanfranchi e Max GiustiDopo 19 anni anni, torna in teatro la divertentissima commedia musicale della ditta Garinei & Giovannini. Protagonisti il popolare imitatore Max Giusti, nel ruolo che fu di Enrico Montesano, e l’ex Velina Roberta Lanfranchi. Al Teatro Ventaglio Nazionale di Milano e dal 12 aprile al Teatro Sistina di Roma.

Se potessi tornare giovane, darei l'anima al diavolo: un pensierino che fanno in molti, dopo una certa età. E che dà lo spunto alla spassosa commedia musicale Se il tempo fosse un gambero: fortunatissima produzione della premiata ditta Garinei e Giovannini, ritorna in palcoscenico a 19 anni dalla prima edizione con Enrico Montesano e due anni di repliche ininterrotte. Il difficile testimone viene raccolto da Max Giusti, popolare imitatore televisivo (tra i cavalli di battaglia, Aldo Biscardi e Cristiano Malgioglio) con straordinari risultati: perfettamente calato nel ruolo del diavolo pasticcione, oltre a catturare la simpatia del pubblico con notevoli doti d'attore svolte in pezzi di bravura, funambolismo verbale e inattese incursioni nell'attualità, rivela inedite capacità canore. Accanto a lui, Roberta Lanfranchi: l'ex Velina e conduttrice televisiva, è al debutto in una commedia musicale e se la cava molto bene, con freschezza e divertimento. Toccano a Roberto Ciufoli il frac del principe polacco e a Liana Orfei gli abiti della «fruttarola» romana madre di Adelina.

la compagniaLa storia: la sera del suo ottantesimo compleanno, Adelina viene presa dalla nostalgia per la giovinezza perduta e si domanda come sarebbe stata la sua vita se avesse accettato la corte di un principe polacco (un irresistibile Roberto Ciufoli). Satana, desideroso di impadronirsi della sua anima candida e fino a quel momento irreprensibile, manda alla nonnina un suo emissario: Max, un diavolo pasticcione in cerca della sua occasione. Il sogno di Adelina diventa realtà: si ritrova giovanissma, negli anni Venti, quando con la madre Lalla vendeva frutta a Campo de' Fiori, a Roma. Il nostro diavolo ce la mette tutta per corrompere la ragazza e indurla a dire di sì alle intenzioni tutt'altro che serie del principe polacco. Però si sa, anche se il diavolo fa le pentole, i coperchi sono un'altra cosa... Soprattutto perché al cuore, nessuno, nemmeno il demonio, può comandare.

Scritta da Iaia Fiastri e Bernardino Zapponi, diretta da Pietro Garinei, con le musiche di Armando Trovajoli, le coreografie di Gino Landi, la scenografia con cambi a vista di Uberto Bertacca e i colorati costumi di Folco, Se il tempo fosse un gambero offre momenti di grande divertimento ed è uno spettacolo adatto a tutta la famiglia, bambini compresi.

A Milano, al Teatro Ventaglio Nazionale (p.zza Piemonte 12, tel. 02/48007700) e dal 12 aprile al Teatro Sistina di Roma.

Orari: dal martedì al sabato alle 20.45, domenica alle 16.00.

Prezzi da 21.00 a 38.00 euro; studenti 20.00 euro, bambini fino a 14 anni 9.00 euro.

Info e prenotazioni: Teatro Ventaglio Nazionale (p.zza Piemonte 12,tel. 02/48007700.

Ufficio promozione e gruppi: tel. 02.330201; gruppi@ticketone.it