Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Firenze, Toscana

Artigianato e Palazzo

Artigiani all’opera

di Manuela Malaguti

Archivio 2005

Data di pubblicazione: 4 May 2005

La mostra nella LimonaiaL’iniziativa riunisce, nel giardino di Palazzo Corsini sul Prato, un centinaio di artigiani italiani ed europei, selezionati per la loro capacità, che creano in diretta dando dimostrazione della loro abilità.

Il tutto fra mostre collaterali e visite guidate gratuite al Giardino Corsini, considerato uno dei più interessanti esempi di giardino all’italiana della Toscana.

Il 13, 14 e 15 maggio 2005.

Restauro di arazziPartendo dall'idea che nel manufatto (dal latino "manu facere": fare con le mani) artigianale ogni lavoro è unico, gli espositori sono chiamati a dimostrare dal vivo come lavora un artigiano, come crea manualmente il prodotto dalla materia.

Si può assistere alla creazione di una ricamo, di un mosaico, di una pittura su vetro o su seta, di scarpe fatte a mano, alla forgiatura delle lame dei coltelli di Scarperia o all'incisione di un cammeo su una conchiglia, un corallo o una pietra dura. E ancora, vedere in diretta la realizzazione di bambole di biscuit, secondo la tecnica antica di fine Ottocento, o come si fabbrica la carta dal cotone; osservare il lavoro del tornitore, del fabbro, del fabbricante di cesti, guanti e cappelli, del bronzista, del restauratore del marmo e di quello degli orologi.

Sono previste visite guidate gratuite al Giardino Corsini.

Il giardino CorsiniIl seicentesco Palazzo Corsini sul Prato è abbellito da uno dei più interessanti giardini all'italiana di Firenze, disegnato e realizzato da Gherardo Silvani, con un ampio viale centrale ornato di statue di misure degradanti ad accentuarne l'effetto prospettico, con aiuole, siepi di bosso, basi per le conche di limoni e relative Limonaie.

Fra le iniziative collaterali, la "Mostra Principe" per i 250 anni di Vacheron Constantin, la più antica manifattura orologiera al mondo la cui attività prosegue ininterrotta dal 1755. Le creazioni della Casa ginevrina nascono sulla base di una solida cultura artistica che si esprime nel design del movimento e nell'accuratissimo lavoro di rifinitura e decorazione di ogni componente e in particolare del quadrante.

Qui entrano in campo le antiche tecniche della smaltatura, dell'incisione e della lavorazione a guillochage, ambiti in cui gli artigiani della Casa dimostrano la loro straordinaria abilità manuale, tramandata di generazione in generazione. Tecniche difficili e sempre più rare, la cui conservazione costituisce oggi una priorità assoluta per Vacheron Constantin. Alcune di queste preziose arti decorative sono presentate nell'esposizione dagli artigiani più rappresentativi delle loro discipline.

Nel corso dei tre giorni, si può visitare anche la mostra "Gli insetti fra scienza, collezionismo e artigianato", circa cinquanta bacheche che contengono centinaia di insetti rari, esempio di un collezionismo legato alla manualità e alla passione di artigiani ed entomologi che mantengono viva un'arte ormai in disuso.

Il 14 maggio alle 12.00, viene presentata l'iniziativa speciale "Adotta un libro!". Chiunque potrà contribuire al recupero di edizioni rare e manoscritti provenienti dalle biblioteche fiorentine, che vanno dal XV al XVIII secolo, attualmente non consultabili per il loro precario stato di conservazione. Il donatore da quel momento sarà per sempre legato alla storia del libro perché il volume da lui "adottato" verrà corredato da uno speciale ex libris su cui sarà riportato il nome della persona o dell'Ente che avrà contribuito al restauro.

Artigianato e Palazzo
Firenze
Giardino di Palazzo Corsini sul Prato, via della Scala 117
Dal 13 al 15 maggio 2005
Orario: continuato 10-20,30.
Ingresso: € 7,50; ridotti € 5,00.
Info: tel. 055 2654589.
Per prenotazioni per la visita guidata al giardino: Associazione Città Nascosta, tel. 055 6802590.
www.artigianatoepalazzo.it