Viaggi Magazine - vacanze offerte voli alberghi cartine guide foto mostre manifestazioni

Torino, Milano, Lombardia/Piemonte

Vittore Grubicy e l’Europa: alle radici del Divisionismo

Il personaggio, il pittore, il critico, il mercante

Archivio 2005

Data di pubblicazione: 22 July 2005

Per la prima volta la mostra esamina tutti gli aspetti della personalità di Grubicy che fu una figura chiave nell’arte italiana per l’influenza che esercitò su tre generazioni di artisti. Il suo desiderio di creare una galleria d’arte moderna in grado di competere con il mercato internazionale e la sua battagliera militanza critica generarono scambi culturali tra l’Italia e il triangolo Olanda- Londra- Parigi, nel quale si decidevano i destini del mercato artistico nella seconda metà del XIX secolo.

La mostra, co-prodotta dal Mart di Trento e Rovereto, dalla Gam di Torino e dalle Civiche Raccolte d'Arte di Milano, è alla Gam di Torino, dal 22 luglio al 9 ottobre 2005, e si sposterà al Mart di Trento, dal 29 ottobre 2005 al 15 gennaio 2006. Per tutto il periodo, dal 22 luglio 2005 al 15 gennaio 2006, un'estensione della mostra è visibile a Milano a Villa Belgiojoso Bonaparte Museo dell'Ottocento.

Nel 1999 il Mart acquistò l'Archivio di Vittore Grubicy. La rassegna, curata da Annie-Paule Quinsac, nasce dallo studio di migliaia di questi documenti e rilegge i contatti che Grubicy ebbe con la cultura olandese e belga, la sua conoscenza dei movimenti d'avanguardia francesi e il suo tentativo di promuovere gli artisti italiani all'estero. L'intento è quello di chiarire trent'anni di arte italiana nei rapporti e nei reciproci scambi con le avanguardie europee.

Vittore Grubicy, L'ultima battuta del giorno che muoreNel percorso espositivo la figura di Grubicy mercante e ideologo, nel suo ruolo di collegamento tra l'arte italiana e il resto d'Europa, spicca su quella di pittore. Da un lato si testimonia la visione coerente che Grubicy provò a dare all'arte italiana contemporanea nel presentarla all'estero, dall'altro si ricostruiscono le influenze che dall'estero egli cercò di portare in Italia.

La sezione dedicata a Grubicy artista comprende trentacinque dipinti, tra oli e tecniche miste e venticinque fogli, disegni e acqueforti, selezionati per sottolineare l'importanza della grafica nel corpus dell'artista.